Remmy | Car Baby Alert
il primo segnala bebè che dà voce al tuo bambino in auto

Perché un genitore dimentica un figlio in macchina? La spiegazione del prof. Alessando Meluzzi


Alessandro Meluzzi, medico chirurgo specialista in Psichiatria, Psicologo, Psicoterapeuta e Criminologo, dopo il caso avvenuto a Lugano spiega a Ticinonline (www.tio.ch) perchè puo capitare a tutti di dimenticare i bimbi in auto, e dice "Si tratta di una reazione di amnesia, che non dipende dal valore dell’oggetto in questione. E può capitare anche al genitore più amorevole"

LUGANO - A volte basta una distrazione, e in un attimo la tragedia si consuma all’interno di una macchina bollente che troppe volte non lascia vie di scampo. Una mamma che va a fare la spesa, un papà che è troppo stressato. Distrazioni, insomma. Quasi banali ma dall'esito drammatico. Casi come quello di Muzzano si consumano ogni anno e in ogni angolo del mondo. Negli Stati Uniti sono in media 36 all’anno i decessi per ipertermia di giovani lasciati in auto. E in Europa i casi si stanno moltiplicando. All'indomani della tragedia c'è ancora il dolore e soprattutto una serie di domande che ognuno di noi si sarà fatto leggendo della piccola Cheyenne.

Come si fa a dimenticare i figli in macchina? Sono cattivi genitori coloro che lo fanno? Senza accuse né recriminazioni, abbiamo cercato una risposta ponendo alcune domande al professor Alessandro Meluzzi, celebre psichiatra italiano e docente universitario.

Professor Meluzzi, perché un genitore arriva a dimenticare un figlio in auto, mettendolo in grave pericolo?
"Si tratta di una reazione di amnesia, che non dipende dal valore dell’oggetto in questione. Il fatto di dimenticarsi di un figlio piuttosto che di qualcos’altro non è un fatto morale, ma neurologico. In quel momento si sta semplicemente pensando ad un’altra cosa e i processi mentali sono disorientati. Si è focalizzati su altro perché avviene un disassamento mente-corpo-cervello. Non è assolutamente un segno di disvalore del proprio figlio e il caldo può sicuramente influire".

Come può convivere un genitore con i sensi di colpa?
"Solitamente una tragedia come questa lascia grandi sensi di colpa. Ma resta pur sempre un disturbo neurologico e non un problema morale, va letto in quella chiave: è una caduta verticale del libero arbitrio. Per cercare di superarlo bisognerebbe ricondurre il fatto alle sue giuste dimensioni, capire che è avvenuto un distacco dei circuiti della memoria di autocoscienza. Un banale disturbo di funzionamento del cervello"."

...

Visualizza l'articolo completo

 

 

Può sembrare difficile da comprendere, ma centinaia di psichiatri, psicologi concordano su un fatto:

PUO' CAPITARE A TUTTI !

Se hai ancora delle perplessità, guarda questo servizio di UnoMattinaEstate dove un altro psichiatra, il professor Federico Tonioni sottolinea come i momenti di distacco dalla realtà sono comuni a tutti ...

remmy 20150616 unomattinaestate rai1 004

 GUARDA IL VIDEO

Commenti

Supportiamo LVdC

Supportiamo la petizione

Top of Page

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy.